Posts Tagged ‘olocausto

19
Nov
08

99 Fosse: Canzoni naziste e cd clandestini

Circolano su You Tube parodie di canzoni famose firmate da un gruppo chiamato 99 Fosse.
Strofe agghiaccianti che trovano gradimento nei forum di estrema destra

Ad esaltarli e lodarli ci pensano anche quanti si riuniscono nella sezione italiana del forum neonazista “Storm Front”: sito registrato in America, che espone in homepage una croce celtica e la scritta, in inglese, “orgoglio bianco mondiale”. Il suo fondatore, Don Black, è un ex leader del Ku Klux Klan.

A caricare le canzoni antisemite dei 99 Fosse su Youtube è stato un utente italiano che si firma come “Karl Gebhardt”: era il nome del medico personale di Heinrich Himmler, ministro dell’Interno del Reich, noto per condurre esperimenti nel campo di concentramento femminile di Ravensbrück, utilizzando come cavie le prigioniere polacche e russe.

L’album dei 99 Fosse, mai pubblicato e circolato clandestinamente nei circuiti della destra estrema e degli skinhead a partire dalla fine degli anni Novanta, si intitola “Zyclon B”, proprio come il veleno usato dai nazisti per sterminare gli ebrei nelle camere a gas. Le canzoni hanno una forte connotazione antisemita, e utilizzano melodie di brani noti. Uno di questi è “Anna non c’è”, riscrittura di “Laura non c’è” di Nek. Parlando di Anna Frank, la canzone recita: “Anna non c’è, è andata via. L’hanno trovata a casa sua, nella soffitta di Amsterdam, ora è sul treno per Buchenwald”.

Altri titoli sono: Himmler (basato su “Gianna” di Rino Gaetano), Nati sotto la stella di David (da “Nata sotto il segno dei pesci” di Venditti), ma anche “Azzurro” e “Alba Chiara”. Tutte le canzoni sono liberamente consultabili, da sabato scorso, su Youtube. Già nei mesi passati, comunque, alcuni di questi brani erano stati rimossi, dopo le proteste degli internauti (ogni video può essere segnalato agli amministratori della piattaforma, se viola le regole della community).

Ma sul forum Storm Front non mancano i numerosi commenti di chi esalta i testi di questo gruppo, definito “fra i più divertenti dell’area alternativa italiana”. C’è chi sostiene la necessità di far parlare i revisionisti (“Se solo gli venisse aperta la bocca e non venissero repressi da istituzioni, università ecc.., a quest’ora l’olocausto sarebbe già diventato un mito per tutta l’umanità”); chi sostiene che il diario di Anna Frank fosse un falso (“Probabilmente è stato scritto per sensibilizzare la gente sui ‘bravi ebrei’); c’è poi qualcuno che avanza delle perplessità: “Carine queste canzoni. Anche se sembrano un po’ deridere certi avvenimenti: hanno sicuramente ragione a dire quel che dicono, ma così facendo rendono poco credibili coloro che cercano, in modo serio, di smontare alcuni luoghi comuni duri a morire, come l’Olocausto”.

Naturalmente le tesi revisionistiche sono quelle che vanno per la maggiore: “La storiella della camere a gas serve solo ad alimentare il mito antirazzista e le fantasie sadiche di qualche pervertito”, si legge sul forum. Per quanto riguarda l’identità dei 99 Fosse, un commentatore racconta che il cantante è stato visto “in un concerto skin, a Roma”. “Ovviamente – dice – può cantare solo in posti sicuri, fra gente intima”.

(….)

Marco Pasqua – laRepubblica.it

Annunci
28
Gen
08

Onoriamo il giorno della memoria

Onoriamo il giorno della memoria dell’olocausto di ebrei, oppositori politici, zingari, omosessuali, portatori di handicap e testimoni di Geova per mano dei nazisti, con la denuncia del genocidio in corso in Palestina ad opera di Israele.

In questi giorni in Palestina si sta assistendo ad una accelerazione del genocidio che Israele sta compiendo da 60 anni.

Oltre alle stragi quotidiane silenziate dai telegiornali e dalla stampa, assistiamo allo strangolamento totale di Gaza, con la negazione dei beni di prima necessità compreso i medicinali, l’energia elettrica e l’acqua. Se in televisione ci vogliono far credere che Israele si sta difendendo, noi diciamo che non è vero. I fatti parlano chiaro, in 60 anni Israele si è preso quasi tutto il territorio palestinese con il terrore e i massacri quotidiani e ha reso impossibile la vita ai palestinesi con una occupazione feroce. Il lancio dei razzi qassam, tra l’altro poco efficaci, sono una legittima risposta della resistenza palestinese ai crimini quotidiani di Israele e non viceversa come la propaganda filo israeliana vuole farci credere, censurando i crimini che l’esercito israeliano compie ogni giorno. Se i mass-media dessero notizia dei bombardamenti con aerei, elicotteri e carri armati che ogni giorno vengono effettuati dall’esercito israeliano contro la popolazione palestinese, causando morte e terrore tra civili e resistenti, se facessero vedere le distruzioni devastanti, lo sradicamento di uliveti, i check-point che rendono la vita impossibile, se mostrassero la cartina geografica della Palestina dal ‘46 ad oggi, la continua espropriazione di terra per far posto all’insediamento di nuove colonie allora forse non avrebbero il pudore di raccontare la favola che Israele si difende e che le sue azioni sono ritorsioni per il lancio dei missili Qassam. Se raccontassero i fatti come avvengono sarebbe chiaro anche ai più sprovveduti che le reazioni dei palestinesi sono legittime e sacrosante azioni della sua resistenza.

Denunciamo anche l’ostilità della comunità internazionale la quale invece di punire Israele che ha persino disatteso 73 risoluzioni ONU ha inflitto l’embargo al popolo palestinese.

Gruppo di sostegno al popolo palestinese

Massa e Carrara




a

giugno: 2019
L M M G V S D
« Giu    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Annunci